Come lavare i capelli con shampoo ecobio


In questo post:
  • Distribuire lo shampoo: dove e come?
  • Come eseguire il massaggio: cosi i capelli sono davvero puliti
Lavare i capelli con uno shampoo bio, soprattutto se si è alle prime esperienze, può essere davvero complicato. Ciò dipende dal diverso modo di utilizzo dello shampoo bio rispetto ai prodotti da supermercato che siamo abituati ad usare. Ma ciò non vuol dire che i prodotti bio non siano efficaci, anzi tutto il contratio. Ecco qualche consiglio per ecoprincipianti e non.



Distribuire lo shampoo dove e come?
Per capire se e come diluire lo shampoo vi rimando qui all'apposito post. Una volta che avrete capito se è il caso di diluire o meno,  ecco cosa fare.
Per prima cosa sciacquate i capelli con acqua molto abbandante.Non accontentatevi di bagnarli frettolosamente, date proprio una sciacquata come se dovesse mandar via il balsamo, ad esempio, e prima di iniziare a lavarli non li strizzate.
Successivamente potete iniziare a distribuire lo shampoo. Ci sono due possibilità:


  • se non avete diluito lo shampoo, prenedetene poco per volta dal suo contenitore con le mani bagnate, mettendolo sui polpastrelli, sfregate la mani tra di loro, in modo da creare una leggera schiumetta (quante se ne produce dipende dallo shampoo). A questo punto immaginate di avere la cute divisa in sezioni (il centro della testa, il retro della testa, i capelli sopra la fronte, i capellli al di sopra delle tempie, i capelli vicino alla nuca...) e iniziate a massaggiare con i polpastrelli e la schiuma che avete prodotto una zona alla volta, se necessario prendendo un pò di shampoo per ogni sezione. Successivemente passate alle lunghezze e se non sono più bagnate, date una nuova sciacquata. Per le lunghezze potreste anche provare a diluire lo shampoo, dato che queste sono di norma meno sporche del cuio capelluto, a meno che non abbiate i capelli con tendenza al grasso.  Per capire come fare il massaggio leggete più sotto. 
  • se avete diluito lo shampoo (vi consiglio di farlo prima di bagnare i capelli), date una nuova agitata/girata al vostro shampoo diluito e immaginate, anche voi, come ho scritto nel primo punto, di avere la testa divisa per sezioni (il centro della testa, il retro della testa, i capelli sopra la fronte, i capellli al di sopra delle tempie, i capelli vicino alla nuca...) e mettete un pò di shampoo diluito per volta su una sezione, massaggiate per bene, come spiegherò più sotto e passate alla sezione successiva. Terminate poi con le lunghezze. Se finite la diluizione, potete riempire nuovamente il contenitore solo con acqua e agitare: i residui di shampoo rimasti nel contenitori dovrebbero essere sufficieni per lavare le lunghezze (a meno che non abbiate i capelli grassi).
Dopo che avrete distribuito lo shampoo e massagiato, a esser precisi dovreste lasciar agire lo shampoo per qualche minuto e poi risciacquare (meglio se con acqua tiepida che vi scioglie meglio lo sporco).
Io, personalmente, ho diviso la testa nella zona sopra la fronte. il centro della testa, le tempie e la nuca. Parto dal centro della testa che è il punto che mi si ingrassa di più ed + quello che più facilmente si tende a trascurare, se , come me, lavate i capelli a testa in giù nella vasca.

Come eseguire il massaggio
Un massaggio adeguato dello shampoo sui capelli e sul cuoio capelluto è,secondo la mia esperienza, ciò che determina veramente la pulizia. Spesso ci aspettiamo che il prodotto lavi per magia ma non è così, dobbiamo darci da fare. Il massaggio ha inoltre tutta una serie di effetti benefici, legati alla stimolazione della circolazione del sangue. Come si maggaggia?
  • innanzitutto usate i polpastrelli e non vi "grattate" la testa con le unghie, anche se le avete corte
  • il movimento delle mani dovrebbe essere circolare, ma personalmente mi trovo meglio con movimenti dal basso verso l'alto, piego leggermente le giunture delle dita per realizzare questo movimento
  • massaggiate una sezione della testa per volta, in maniera accurata
  • andateci molto delicate, se siete troppo energiche rischiate di strappare qualche capello
  • per lavare le lunghezze, personalmente, avendo i capelli normali, ma tendenti al secco e ricci, preferisco immergerle nel contenitore dove ho diluito lo shampoo, riempito nuovamente con acqua , seza sciacquarlo e successivamente, richiudere le lunghezze nel pugno, come se volessi creare dei ricci. Non strofino invece i capelli direttamente tra loro e cosi mi trrovo bene, ma questo dipende moltissimo dalla tipologia dei capelli che avete perciò dovreste trovare una vostra soluzione originale.
  • finito con il masssaggiol (per tutta la testa e le lugnghezze, impiego un 10, anche 15 minuti) mi sciacquo con acqua tiepida abbondante.

Un ultimo consiglio è quello di asciugare i capelli prima tamponandoli bene con un'asciugamo molto morbido, meglio ancora se con una vecchia federa per cuscini o una camicia da cui avete tolto i bottoni, o ancora una t-shirt (la famosa microfibra per me è a dir poco inutile e spesso ingiustificatamente costosa). L'ultizzo di questi tessuti morbidi infatti eviterà di stressare i capelli e inoltre togliendo l'eccesso di acqua diminuirete il tempo di uso del phon. Per quanto riguarda il phon, è vero sicuramente che il calore rovina i capelli, ma la vostra salute è più importante! Qundi asciugate sempre i capelli col phon (anched'estate) onde evitare, nel tempo fastidiosi dolori alla cervicale e altri "effetti collaterali".

Questo è tutto quello che faccio io per lavarmi capelli. C'è sempre molto da imparare e per questo faccio continui tentativi per migliorare la mia tecnica, ma spero che questo post sia stato comunque in grado di darvi qualche consiglio originale, nel frattempo vi lascio il linck del post su come asciugare i capelli :) (click click) e quello su come eseguire lo styling dei capelli con prodotti bio (click click)

Image and video hosting by TinyPic

Share: Share on Google+

3 commenti:

  1. è vero che partire a lavare i capelli dal centro testa fa male perchè è una parte delicata e fa perdere i capelli? se si come bisogna fare a lavare quella parte?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, io non ho mai sentito questa cosa e sinceramente dubito fortemente che sia vera. Puoi lavare i capelli partendo da dove vuoi, l'importante è che tu sia sempre delicata nei movimenti, che devono essere fatti con i polpastrelli e devono essere come dei piccoli massaggi sul cuoio capelluto: questo lo stimolerà e le radici saranno rinforzate :)

      Elimina
  2. Ciao!! sono da poco entrata "nel mondo dell'ecobio" e sabato scorso ho provato x la prima volta a lavare i capelli con uno shampoo ecobio..un disastro!! ha fatto veramente poca schiuma e mi tiravo i capelli da matti..ho rinunciato e li ho lavati con il solito shampoo
    oggi ho cercato un metodo x usare lo shampoo ecobio e mi sono imbattuta nel tuo blog!! domani ci riprovo e userò i tuoi preziosi consigli e spero di farcela!!

    Valeria

    RispondiElimina

Per me questo blog è come una chiacchierata tra amiche, dì la tua, lasciami un commento, d'accordo , di disaccordo o per lasciare anche un semplice saluto.Tuttavia devo precisare che non accetto il sub4sub e mi iscrivo solo ai blog che mi piacciono. Guardo sempre i blog delle persone che mi commentano per il piacere di condividere qualcosa con loro, considererei invece molto degradante iscrivermi perchè loro si iscrivono o commentare per il semplice fatto che loro commentano. Per me questo blog è un posticino tutto mio per condividere le nostre passioni, non un lavoro o una fonte di guadagno.